• AM_colore_RGB

    UN ANNO DI ARTE E CULTURA CON ABBONAMENTO MUSEI TORINO PIEMONTE

    L’Abbonamento Musei Torino Piemonte è la tessera che consente l’accesso gratuito per 365 giorni dal momento dell’acquisto, in moltissimi musei, Residenze Reali, castelli, giardini, fortezze e mostre temporanee di Torino e del Piemonte.

    box articoli-07

    L’Abbonamento Musei è lo strumento ideale per esplorare in libertà il nostro territorio con visite e itinerari e vivere un intero anno pieno di arte e cultura.

     Il 2017 prosegue infatti con un ricco calendario di eventi da non perdere. L’autunno si apre a Palazzo Chiablese, dal 4 ottobre al 14 gennaio, con la straordinaria mostra Mirò! Sogno e colore dedicata al pittore surrealista catalano Joan Mirò.

    Le suggestive fotografie dei paesaggi di Franco Fontana sono in mostra a Palazzo Madama mentre il Mauto Museo Nazionale dell’Automobile Avv.Agnelli dedica all’Auto e alla Mobilità di ieri, oggi e domani un percorso di divulgazione scientifica e tecnologica del Progetto Experimenta.

    La Pinacoteca dell’Accademia Albertina e il Museo di Arti Decorative Accorsi – Ometto dedicano la loro stagione autunnale a Giacomo Grosso, professore di pittura presso l’Accademia, con opere che ne evidenziano la produzione meno ufficiale, in cui il Maestro comunicò, attraverso il colore, raffinate suggestioni psicologiche. Presso la Galleria Sabauda proseguono inoltre le mostre dedicate ai biscuit di Palazzo Reale e alle invenzioni di Grechetto, disegnatore e incisore del Seicento genovese.

    Fuori Torino la Reggia di Venaria riserva i suoi straordinari spazi a Giovanni Boldini, di cui sono esposti oltre 100 capolavori tra olii e pastelli e a Lady Diana, esempio di femminilità e forza del XX secolo.

    Lady Diana. La mostra

    Lady Diana. La mostra

    I capolavori dell’Accademia Nazionale di San Luca Da Raffaello a Balla sono invece espostial Forte di Bard: si tratta di oltre 100 opere provenienti dauna delle più antiche e importanti istituzioni culturali italiane attive a livello internazionale.

    L’Abbonamento Musei è anche il modo migliore per conoscere l’offerta culturale della regione grazie alla riduzione prevista sugli originali itinerari di Gran Tour e alle molte convenzioni di sconto su stagioni teatrali, concertistiche e festival.

     

    L’Abbonamento Musei è acquistabile online.  Le spese di spedizione sono gratuite.

     

    Per conoscere tutta l’offerta, le tariffe e i punti vendita:

    www.abbonamentomusei.it

    Numero Verde 800.329.329


  • Peter Lindbergh

    La Bellezza è solo nella verità

    Inaugura a ottobre il modo diverso di vedere la moda di Peter Lindbergh.

    box articoli-06

    Si può raccontare la moda oltre i vestiti? Da più quarant’anni questa è la missione artistica di Peter Lindbergh a cui dal 7 ottobre 2017 al 4 febbraio 2018 al primo piano della Reggia di Venaria è dedicata la mostra “A Different Vision on Fashion Photography”.
    Considerato uno dei maggiori e più influenti fotografi contemporanei, l’artista nato in Germania si è fatto apprezzare fin da subito per il suo sguardo rivoluzionario, ritraendo il mondo dorato delle grandi griffe e dei suoi protagonisti, senza filtri e lontano da ogni apparenza. Infatti, pur essendo uno dei responsabili storici dell’ascesa delle top-model negli anni ’90, nei 220 scatti esposti emerge con prepotenza la sua ricerca di realismo da una parte e il sapore cinematografico di molti ritratti dall’altra. Oppositore strenuo del fotoritocco, il fascino dell’opera di Lindbergh sta proprio nella continua ricerca della bellezza e della sua verità, da cui poi deriva la naturalezza e la grazia leggera di molte foto che lo hanno reso celebre in tutto il mondo. Ecco allora che l’epressione di Kate Moss si fa meno diafana e più umanizzata e grandi attrici come Charlotte Rampling o Jeanne Moreau si offrono nella semplicità di composizioni immortali.
    Perché, come ha dichiarato, il compito dei fotografi oggi  è liberare il mondo dalla tirannia della giovinezza e della perfezione.
    La mostra è visitabile dal martedì al venerdì dalle ore 9 alle 17 e sabato, domenica e durante i giorni festivi dalle ore 9 alle 18.30. I ticket per poter assistere all’esposizione sono acquistabili sia online che presso le biglietterie della Reggia di Venaria e vanno da un prezzo minimo di 12€, per la singola mostra, fino a un massimo di 25€ per il pacchetto “Tutto in una Reggia”.

    www.lavenaria.it

     

    Fabrizio vespa

     

     


  • evi-musei-1110x400

    Abbonamento Musei Milano: anche questa volta ci siamo guardati un po’ intorno!

    box articoli-bb-16

    Le avete mai viste 92 sculture in marmo, gesso e bronzo, appena restaurate per l’occasione e ferme lì, l’una accanto all’altra, pronte per raccontarvi la scultura milanese nell’arco di 100 anni? Succede e potreste anche attrezzarvi per andarle a trovare, passeggiando dal tardo Neoclassicismo all’inizio del Novecento, con in tasca l’ormai familiare Abbonamento Musei Lombardia Milano, che questa volta vi porta alla Galleria d’Arte Moderna con “

    Foto Marilena Anzani©Aconerre (particolari)

    Foto Marilena Anzani©Aconerre (particolari)

    ”.
    Lo vedete anche voi quel dito che indica qualcosa in lontananza? Il fuori, l’ambiente, l’architettura, la città, lo spazio? Non ci resta che uscire! Le grandi sculture dialogano con il paesaggio urbano: stiamo parlando di “Carlo Ramous. Scultura, architettura, città” in mostra fino al 17 settembre alla Triennale di Milano e “Mimmo Paladino. Ouverture”, un percorso d’artista dal cuore della città di Brescia al Parco Archeologico fino al Museo di Santa Giulia.”

    Per poi rientrare! “Lucio Fontana. Ambienti/ Enviroments”, gli ambienti spaziali, stanze e corridoi concepiti e progettati dall’artista a partire dalla fine degli anni ’40 e quasi sempre distrutti al termine dell’esposizione, sono le opere più sperimentali e meno note di Fontana (in mostra e in parte ricostruite presso Pirelli HangarBicocca). 

    E fare ancora un salto all’indietro! “Giro giro tondo. Design for Children”, un’esposizione ospitata alla Triennale di Milano, che presenta la storia del design italiano dedicato al mondo dell’infanzia e ai bambini.
    L’Abbonamento Musei Lombardia Milano si guarda intorno, e tu?
     
    Per maggiori informazioni:
    www.abbonamentomusei.it

     

     

     

    Gloria Guerinoni


  • abb musei

    Abbonamento Musei. La tessera che vale!

    Erik Kessels, 24 Hours of Photos, Installation view, detail

    Erik Kessels, 24 Hours of Photos, Installation view, detail

    LAbbonamento Musei Torino Piemonte è la tessera che riunisce in un solo circuito il patrimonio storico-artistico e le esposizioni di Torino e del Piemonte. Con la carta è possibile visitare gratuitamente, tutte le volte che lo si desidera, i luoghi della cultura piemontese per un anno intero a partire dal momento dell’acquisto.

    Anche in estate i musei presentano un ricco programma: Giò Pomodoro. L’opera scolpita e il suo disegno al Museo Accorsi – Ometto; Piccole sculture bianche. I biscuit del Palazzo Reale alla Galleria Sabauda;  Franco Fontana: paesaggi a Palazzo Madama; Bestiale! Animal film stars  al Museo del Cinema; Women in Bali  al MAO Museo d’Arte Orientale, senza dimenticare altre due esposizioni fotografiche:  The Many Lives of Erik Kessels, prima retrospettiva dedicata al lavoro fotografico dell’artista olandese, allestita a Camera To e Le Notti Bianche, anteprima internazionale della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo su una nuova serie fotografica, dedicata ai teatri storici italiani, che prosegue e sviluppa la ricerca di Hiroshi Sugimoto.

    A partire da metà luglio sarà inoltre possibile partecipare, ad una tariffa scontata, agli itinerari di visita di Gran Tour, il programma che offre numerose occasioni per originali passeggiate a Torino e piacevoli itinerari tra le straordinarie bellezze del Piemonte.

    L’Abbonamento Musei è acquistabile online.  Le spese di spedizione sono gratuite.

    www.abbonamentomusei.it

    Numero Verde 800.329.329


  • logo egizio

    MISSIONE EGITTO 1903-1920. L’avventura archeologica M.A.I. raccontata

    vita sullo scavo jpg

    Vita sullo scavo

    Dall’11 marzo al 10 settembre il Museo Egizio di Torino ospita la prima mostra dedicata alla Missione Archeologica Italiana in Egitto e all’avventura del suo fondatore, Ernesto Schiaparelli.

    Dedicare una mostra temporanea alla Missione Archeologica Italiana (M.A.I.) – dichiara il Direttore Christian Greco – e alla figura di Ernesto Schiaparelli che ne fu il fondatore, significa rendere omaggio a uno degli elementi costitutivi dell’identità del Museo Egizio. La costruzione identitaria è un processo complesso in cui è imprescindibile guardare alla propria storia e confrontarsi con essa. Questa esposizione non è dunque un mero approfondimento di un segmento della storia del Museo ma è la sottolineatura di uno degli aspetti che reputiamo fondamentali per la vita dell’Egizio: il lavoro di scavo.”

    Ecco che allora questa splendida mostra, oltre a offrire la straordinaria opportunità di ammirare per la prima volta documenti di archivio e materiale fotografici, in alcuni casi inediti, aiuta a comprendere l’importanza sempre attuale del lavoro di ricerca e approfondimento scientifico degli archeologi.

    L’allestimento è impreziosito e completato da contenuti multimediali, mappe e fotografie di grande formato che contribuiscono a offrire al visitatore un’esperienza unica e immersiva. Inoltre, grazie al prezioso contributo della Scuola Holden che ha curato lo storytelling della mostra, sarà proprio Ernesto Schiaparelli in persona (attraverso la voce dell’attore Gianluca Ferrato che leggerà i testi scritti da Alessandro Avataneo) ad accompagnare, attraverso l’audioguida, il pubblico in questa straordinaria avventura.

     

    www.museoegizio.it/missione-egitto

     

     

    Samuele Mollo

     


  • vda

    Edward Burtynsky al Centro Saint- Bénin di Aosta

    Rottamazione di una nave n. 13 - Chittagong, Bangladesh 2000 - © Edward Burtynsky, courtesy Admira, Milano

    Rottamazione di una nave n. 13 – Chittagong, Bangladesh 2000 – © Edward Burtynsky, courtesy Admira, Milano

    Uno dei più apprezzati fotografi canadesi.

    Le sue straordinarie raffigurazioni di paesaggi industriali sono incluse nelle collezioni di oltre sessanta dei più importanti musei del mondo, tra cui la National Gallery of Canada a Ottawa, il MoMA di New York, il Los Angeles County Museum of Art in California e il museo Reina Sofia di Madrid.

    La mostra L’uomo e la terra, a cura di Daria Jorioz ed Enrica Viganò, allestita al Centro Saint-

    Bénin di Aosta in collaborazione con Admira di Milano, presenta trenta fotografie a colori di grande

    formato che rappresentano immensi scenari dal mondo (Canada, Stati Uniti, Bangladesh, Italia,

    Cina, Australia, Portogallo), realizzate con una tecnica raffinata che conferisce alle immagini

    un’eccezionale forza pittorica. 

    Il fotografo canadese ha il dono di esplicitare la relazione delicatissima e fondamentale tra l’uomo e

    la terra componendo immagini di straordinaria qualità estetica. Le sue ricerche fotografiche non

    propongono tesi precostituite, ma offrono un’osservazione nuova, che ci induce a considerare

    quanto la relazione tra uomo e ambiente sia fortemente ambivalente. Nutrono e affinano il nostro

    sguardo, conducendoci al centro delle nostre responsabilità collettive e individuali, focalizzando la

    nostra attenzione su temi ambientali di grande importanza.

     

    http://www.lovevda.it

    Centro Saint-Bénin – Aosta. Fino al 1° ottobre 2017 


  • La Venaria Reale -
 Panoramica

    Sere d’Estate alla Reggia di Venaria

    reggiaestateverticale_02 Rid

    Reggia di Venaria

    Patrimonio dell’Unesco dal 1997, la grande residenza di caccia voluta nel 1658 dal Duca Carlo Emanuele II e realizzata negli anni dai grandi architetti Castellamonte, Garove  e Juvarra, gode di una posizione straordinaria: circondata da parchi e giardini, sempre più curati, al di là dei boschi ai piedi delle Valli di Lanzo  si vedono le montagne del Gran Paradiso e del gruppo del Rosa che fanno da ultima quinta naturale alla Reggia.  E’ in questo scenario che dal 30 giugno al 26 agosto tornano le magiche “Sere d’Estate alla Reggia” con un ricchissimo programma per festeggiare i dieci anni della Venaria Reale, quando nel 2007 fu aperta al pubblico dopo i grandi restauri.

    Con un biglietto da 10 euro puoi

    gratuito per under 6, Abbonamento Musei Torino+Piemonte Card e Royal Card)

    • Ammirare il maestoso piano nobile della Reggia con il fiabesco Bucintoro dei Savoia, i grandiosi Giardini, le mostre   “Michael Nyman. Images were introduced” e “Fleur Jaeggy. Opere su carta” (fino al 12 luglio in collaborazione con La    Milanesiana, nella Citroniera), “Le Belle Arti” (alle Sale delle Arti), “Sculture Moderne alla Venaria Reale” (negli spazi  esterni)
    • Assistere all’imponente spettacolo di videomapping Illuminare il Barocco proiettato sulla facciata della Galleria Grande,
    • Seguire le emozionanti coreografie musicali del Teatro d’Acqua della Fontana del Cervo nella Corte d’onore
    • Farti coinvolgere dalle danze, concerti e animazioni sparse nei Giardini (in collaborazione con la Fondazione Via Maestra).

    Inoltre con altri costi e biglietti puoi

    • Visitare tutte le mostre in corso: Caravaggio Experience (dal 14 luglio, nella Citroniera), Dalle Regge d’Italia (fino al 1° luglio, alle Sale delle Arti), “Jungle” (alle Sale delle Arti), “Lady Diana. Uno spirito libero” (dal 7 luglio, alle Sale dei Paggi), i dipinti di Giovanni Boldini (dal 28 luglio, alle Sale delle Arti);

    • Assistere allo spettacolo di circo e danza Promenade Jonglée au Château – compagnia Jérôme Thomas, all’interno della Reggia: venerdì 30 giugno e sabato 1 luglio (alle ore 21.30). In collaborazione con TPE Teatro Piemonte Europa 

    . Fare aperitivo al Caffè degli Argenti (al costo di 10 euro) e  cenare al Patio dei Giardini (prenotabili al numero 011.4992386) il tutto consultabile sul sito www.lavenaria.it

     

       Elisabetta Tolosano


  • Cottolengo (1)

    IL COTTOLENGO: UNA CASA PER LE PERSONE IN DIFFICOLTA’

    Dai una mano a far continuare una storia di quasi due secoli di vita

    cottolengo

    La priorità della Piccola Casa della Divina Provvidenza, sin dalla sua fondazione, nella città della Mole, nel 1832, per volere di San Giuseppe Benedetto Cottolengo, è essenzialmente quella di occuparsi di fornire assistenza socio-sanitaria a persone che si trovano in situazioni di difficoltà, sia essa derivante da problemi d’indigenza, sia di emarginazione sociale.

    Una missione nobile che dura da 184 anni. Quasi due secoli di storia della solidarietà con numeri, ogni anno, importanti in Italia e nel mondo: 455.623 beneficiari di assistenza sanitaria, 5.000 bambini assistiti e beneficiati dai servizi educativi, 5.650 persone (tra disabili, anziani e senza fissa dimora) a cui viene data accoglienza, 130mila pasti gratuiti distribuiti.

    Per lo spirito di solidarietà e umanità mostrato nelle sue molteplici e innovative iniziative a favore di detenuti, poveri e disabili”. Con questa motivazione il Presidente della Repubblica ha conferito il 2 febbraio scorso, l’onorificenza al Merito della Repubblica Italiana a Fratel Marco Rizzonato della Piccola Casa della Divina Provvidenza di Torino. Dona il tuo 5×1000 alla nostra causa e fai in modo che la nostra attività possa continuare ad aiutare sempre di più le persone in difficoltà.

    www.donazioni.cottolengo.org


  • pirelli hanger

    HANGAR BICOCCA: l’arte come nuova catena di montaggio

     

     hangar

    Tra memoria collettiva e oblio, il viaggio dell’uomo e l’indagine sulla sua esistenza si può ripercorrere anche attraverso il recupero di materiali quotidiani e molto semplici.

    Ecco perché il ferro, il legno, il sale e il sapone utilizzato per realizzare le opere di Miroslaw Balka, riunite nella mostra “Crossover/s” alla Pirelli Hangar Bicocca fino al 30 luglio si trasformano all’interno dello spazio “Navate” in oggetti preziosi che raccontano chi siamo e come ci mettiamo in relazione con il mondo e con la storia europea.

    La prima retrospettiva italiana dedicata all’artista polacco e curata da Vicente Todolì trae una forza naturale dagli ambienti dell’ex area industriale, un tempo fabbrica per la costruzione delle locomotive, esattamente come capiterà con la prossima esposizione “Rosa Barba – From Source to Poem to Rhythm to Reader” che inaugurerà il 4 maggio. In questo caso film e sculture si soffermano sui segni che il passato lascia all’interno del paesaggio contemporaneo attraverso frammenti di testi e parole di autori celebri piuttosto che riprese di deserti remoti e scheletri di edifici abbandonati. A fronte di questo lavoro verrà poi presentato in anteprima italiana il nuovo film 35 mm di Rosa BarbaFrom Source to Poem” che invece riflette sui luoghi in cui la storia e la produzione culturale vengono preservate e trasmesse alle generazioni future.

     

    hangarbicocca.org

     

    Fabrizio Vespa


  • Banner_1440x960px

    Abbonamento Musei Lombardia Milano

    Un regalo per ogni giorno

     

    ©_2012-2017 Steve McCurry. Sana a,Yemen,1997

    ©_2012-2017 Steve McCurry. Sana a,Yemen,1997

     

    Si può fare ogni giorno un regalo e si può fare un regalo che dura ogni giorno, con il valore aggiunto che ogni giorno lui (il regalo) può essere diverso! Sembra un gioco di parole ma non è proprio così: il regalo esiste davvero. È uno e ogni giorno è diverso. Si chiama Abbonamento Musei Lombardia Milano.

    Chi? Voi. Quando? 365 giorni. Dove? In moltissimi musei della Lombardia. Cosa? Adesso viene il bello, da dove incominciamo? Dalle prossime mostre incluse in abbonamento.

    Amate i bijou? Al Museo del Bijou di Casalmaggiore troverete la mostra dedicata a Carlo Zini eccellenza nazionale del settore. Gli abiti sono la vostra passione? A Palazzo Morando (Milano) sono esposti abiti accomunati da una tecnica particolare: il ricamo con paillet. La fotografia è un sogno? Potrete scegliere tra la mostra di Steve McCarry “Leggere” al Museo di Santa Giulia (Brescia) e Mario Giacomelli, Palazzo Leone da Perego, Legnano (Milano). E poi non mancano “i classici” chiaramente: Da Monet a Bacon, Villa Reale (Monza), Antonio Ligabue, Scuderie del Castello Visconteo (Pavia), Monteverdi e Caravaggio, Museo del Violino (Cremona). Per chi ama la storia Templari, Spazio Cobianchi Galleria (Milano), Archeologia del Cenacolo, Castello Sforzesco (Milano), e NEW YORK NEW YORK. Arte Italiana: la riscoperta dell’America, Gallerie d’Italia (Milano).Per chi sa tutto di design Marcello Morandini, MA*GA (Gallarate): oltre 200 opere tra disegni, sculture, progetti di architettura, rendering, modelli e prodotti di design, realizzati dalla metà degli anni Sessanta a oggi.

    Insomma, un diamante è per sempre. Abbonamento Musei Lombardia Milano è per tutti i giorni!

    lombardia.abbonamentomusei.it

    Gloria Guerinoni