Hai presente l’arsura? Quel caldo pizzicorio che di notte ti secca la gola?

Ecco, quella è la sensazione che How to get away with murder potrebbe provocarti.

Suspance e tensione sono il sale e pepe della serie conosciuta in Italia come Le regole del delitto perfetto, che, così ben dosati, hanno causato questo genere di effetti collaterali su quasi 7 milioni di spettatori dal 2015 ad oggi.

Prodotta da Shondaland, partorita dalla mente diabolica e geniale di Peter Nowalk, che in una recente intervista ha dichiarato: “Niente potrà mai andare bene in questo show”, signore e signori, finalmente in onda, la quinta stagione!

 È Annalise Keating, interpretata dalla magistrale Viola Davis, regina del foro e stimata docente di diritto penale alla Middleton University, il personaggio perno di questo intrigante legal drama. Con lei, i fedeli assistiti, Bonnie e Frank, e i non sempre fedeli “Keating five”, Wes Gibbins, Laurel Castillo, Michaela Pratt, Connor Walsh e Asher Millstone, cinque studenti scelti che la affiancheranno nella risoluzione dei casi giudiziari. Attorno a loro gravita un fitto alone di mistero, appesantito dal susseguirsi di delitti sanguinosi e contorti… e non è facile crederli al di sopra delle parti, il più delle volte!

Ad oggi, parliamo di quattro stagioni ricche e ben strutturate: molteplici e notevoli i colpi di scena, misteriosi i dialoghi e i flashback dei personaggi che si aggrovigliano con la storyline, un attimo chiara, l’attimo dopo astrusa e capovolta all’occhio dello spettatore.

L’intrigante quarta stagione spalanca le porte verso un ventaglio di possibilità e di intrecci, e How to get away with murder è una serie che non delude mai.

Per soddisfare proprio lui, lo spettatore, ogni anno più bramoso, viene adesso chiamata a compiere una metamorfosi dei contenuti rispetto alla precedente: vecchi e nuovi guai in arrivo, questo nuovo ciclo vedrà i drammi arcaici di alcuni dei personaggi a farla da padrone.

Ti è venuta sete?

Giovanna Romano