Oggi ti raccontiamo di un personaggio che abbiamo avuto l’opportunità di intervistare (un “vipse” come dicono le nostre nonne) per il nuovo format “Mangia con noi” ideato da Sugonews. Un’intervista seduti al tavolo dell’amore del Pastis, ristorante storico nel Quadrilatero di Torino.

Non conosci Samuel Umberto Romano?

Ti schiariamo le idee. No! non è l’ottavo re di Roma, ma il frontman dei Subsonica, la band italiana più spettacolare dal vivo del 2019 secondo Rollingstone Italia. Hanno appena finito il Tour per presentare il nuovo album “8”.

Samuel ci ha confessato che nonostante fossero fermi da un po’, tornare insieme per 10 date in Italia è stato come quando in una relazione, dopo essere stato con altre donne, torni dal tuo primo e unico vero amore. Funziona sempre e non ti dimentichi come si fa, un po’ come sciare. Poi durante questo tour si è aggiunto Willie Peyote, rapper torinese in rapida ascesa che ha portato una ventata di aria fresca su e giù dal palco.

VIDEO LIVE SUBSONICA L’INCUBO 

 Insomma, grande soddisfazione per un progetto nato quando io e Fazz eravamo col grembiule nero a correre nel cortile della scuola materna, che ora è diventato una grande famiglia di musicisti, tecnici, fonici, luciai. In tutto circa 80 persone che lavorano tutte nella stessa direzione.

Samuel ci spiega quanto sia importante l’aspetto umano nelle collaborazioni, la volontà di condividere le proprie capacità. Come nel caso di Willie Peyote o come nel caso di Donato Sansone, in arte Milkyeyes, videomaker formatosi all’Accademia di Belle Arti di Napoli ora si stabilitosi a Torino da qualche anno. Un super matrimonio tra subsonica e Donato, che è stato incaricato dalla band di occuparsi dei 2 videoclip dei singoli di questo album.  

Bottiglie Rotte

Ideazione, regia, animazione e compositing: Donato Sansone

 

Respirare

Ideazione, regia, animazione e compositing: Donato Sansone

Abbiamo parlato di città e Samuel ha parlato di Napoli, del suo affaccio al mare mozzafiato, di Genova per il pubblico caldissimo e poi ha manifestato un legame particolare per Palermo, condito da un aneddoto storico di rilevante importanza per la società moderna.

Com’è nato il cannolo siciliano? Tu lo sai? Io e Fazz assolutamente no. Samuel sì!

In pratica sulla piana degli albanesi a causa di una guerra, le donne, rimaste sole, costruirono dei simil dildo per ritrovare il piacere.  Al ritorno degli uomini mostrarono l’oggetto di forma fallica, presentandolo come strumento usato per creare un dolce strepitoso, ripieno di ricotta e canditi, fonte di piacere…culinario!

Torniamo seri.

Quest’anno è l’anniversario dei 30 anni passati dalla caduta del muro di Berlino, 1989. Chiediamo a Samuel che ricordi ha, lui parla di un periodo molto importante dal punto di vista artistico, soprattutto per la generazione di Max Casacci, chitarrista della band, di una decina d’anni più vecchio. Poi aggiunge:

“Io ero giovane, mi aspettavo la caduta del muro da un momento all’altro perché era chiaro che non aveva senso di esistere. Oggi invece dobbiamo soffermarci su come si è ribaltato il pensiero umano su questo tema. Se prima si lottava per abbattere le barriere, ora la paura del diverso ha riportato la tendenza a isolarsi, a cercare divisione, chiusura e questa linea anche dal punto di vista economico non porterà sicuramente l’Europa ad essere rispettata o presa in considerazione come unione compatta e solida.”

 Ecco il pensiero di un’artista che ha ben chiaro il concetto di condivisione e di unione delle forze per raggiungere gli obiettivi.

Alla prossima!

Fizz & Fazz

 

“MANGIA CON NOI” nasce per intervistare personaggi di spicco mondo dell’arte, della musica, dello spettacolo, della politica e dello sport che vivono, frequentano o sono di passaggio a TORINO. Noi li invitiamo a pranzo al Pastis di Torino e in modo molto rilassato parliamo della loro storia, qualunque essa sia!