Abbiamo invitato a pranzo i due artisti torinesi Daniele Galliano e Pierluigi Pusole, per l’intervista “mangia con noi”!

Ciao, siamo Fizz e Fazz e oggi a pranzo incontriamo Daniele Galliano e Pierluigi Pusole per il ciclo di interviste “mangia con noi”.

Alle 13.45 i due artisti visivi torinesi, arrivano come due ragazzini che hanno appena smesso di suonare in garage, richiamati più volte dalla mamma per mangiare. Oltretutto, hanno anche già mangiato e quindi Pierluigi opta per un cannolo siciliano e un bicchiere di vino rosso e Daniele per una insalata sarset da vero piemontese. Arrivato il vino in tavola, partono subito incistati a parlarci del progetto fresco fresco.

 “Siamo riusciti finalmente a dar vita a un progetto performativo fra musica, video, disegno e pittura. Nato dalla collaborazione con la galleria bolognese D406, si chiamerà Suoni/visioni e abbiamo finito proprio oggi la sessione di registrazione!”

Effettivamente notiamo in quel momento che Pierluigi affianco a sé, poggiata a terra, ha una custodia Fender che tiene piuttosto sott’occhio. Si percepisce che sono amici da anni e che oltre all’arte che hanno sempre condiviso ed esplorato, la musica arriva poco dopo e li stimola ancora tanto da leggerglielo negli occhi. Infatti, continuano a cannone e spiegano che questo lavoro sarà stampato su disco in vinile a tiratura limitata (200 copie) e raccoglie, in 8 tracce sonore l’esperienza musicale che hanno denominato “Compagnia di Musica Popolare Terrestre (CdMPT)“, fondata nel 2015, proponendo performance “live”, attingendo da un patrimonio collettivo che spazia dalla musica popolare italiana e internazionale, al blues, alla musica psichedelica, in un percorso originale denso di spiritualità sospesa fra gli spazi siderali e le viscere della terra.

I testi sono tutti in piemontese, cantati da Daniele e parlano di cose semplici, filastrocche, alcune riviste alcune inventate. Ma la vera chicca è che insieme al disco ci sarà un “album” in cui sono riprodotti disegni e pitture realizzati per l’occasione dai due artisti, con suggestioni visive che ben completano l’accompagnamento sonoro.

Dal disco è scaturita una performance, di grande forza evocativa, che propone dal vivo i componimenti musicali all’interno di spazi rarefatti e raccolti nei quali vengono esposti i disegni e le pitture, amplificati da immagini video. Io e Fazz investighiamo meglio e ci spiegano che il primo live è di pochi giorni prima all’ Hiroshima Mon Amour di Torino in apertura niente meno che ai The Ex, storico gruppo anarcho-punk italiano. Chiediamo feedback e rispondono entusiasti; si sono forse un po’ spaventati prima di salire sul palco ma poi divertiti e rilassati nel farlo al meglio. Ironicamente Pierluigi si lancia: “Dalle foto sembriamo anche musicisti professionisti. Sembriamo fighi e un ragazzo dopo il concerto ci ha definiti un gruppo Punk sciamanico!”.

Live Hiroshima Mon amour CDMPT

Live Hiroshima Monamour CDMPT

Live Hiroshima Monamour CDMPT

Insomma, un esperimento vincente e stimolante. Vi invitiamo a tenerli d’occhio questi due perché arriveranno altri live a Torino.

Intanto l’esordio del progetto si terrà a Bologna presso BOO Ming la nuova fiera d’arte che si svolgerà dal 23 al 26 gennaio 2020, all’interno di Dum Bo Space, enorme area che costituiva lo scalo ferroviario del Ravone, con i suoi fabbricati industriali oggi riconvertiti a destinazione culturale e sociale.

 

 

info

BOO Ming dal 23 al 26 gennaio 2020, presso Dum Bo Space a Bologna (BO)