“Un pianeta, molti mondi”

La settima edizione di Biennale Democrazia torna da mercoledì 6 a domenica 10 ottobre, in presenza e online con oltre 90 appuntamenti e 150 autorevoli protagonisti della cultura e del dibattito internazionale.

Un pianeta, molti mondi: Biennale Democrazia avrà come punto di partenza la nostra condizione di abitanti di un unico pianeta, sempre più connesso ma allo stesso tempo più frammentato, e si soffermerà sui tanti fattori che rendono difficile trovare risposte comuni a problemi di portata globale. L’emergenza sanitaria ne ha fornito una dimostrazione esemplare – nel bene e nel male, nella vulnerabilità come nella solidarietà – ma ha anche mostrato quanto rilevanti siano i legami che ci pongono in relazione diretta con gli altri, dando forma agli spazi di cittadinanza e a quello che ciascuno percepisce come il proprio mondo: abitiamo lo stesso pianeta, ma possiamo appartenere a mondi diversi. Ecco perché diventa sempre più importante imparare ad agire di concerto, a partire dalla questione ecologica per arrivare a beni primari come la vita, la salute o la libertà. 

Ed ecco anche perché, di fronte a sfide di questa portata, solo la democrazia può assicurare gli spazi indispensabili per immaginare soluzioni mai prima d’ora sperimentate, individuando punti di contatto nella varietà di mondi umani. Interrogarsi e discutere su questi temi è particolarmente urgente perché molto del nostro futuro dipenderà dalla qualità delle scelte che società, istituzioni e cittadini sapranno compiere.

Tra i tanti relatori che parteciperanno ai dibattiti di Biennale Democrazia sono già confermati: la biologa e Senatrice a vita Elena Cattaneo, il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, la Presidente del CNR Maria Chiara Carrozza, l’economista premio Nobel Esther Duflo e il filosofo François Jullien.

Importante novità è il progetto Memory Matters, realizzato con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo nell’ambito di Verso, programma curato e prodotto con l’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Piemonte. Attraverso installazioni e performance artistiche nello spazio pubblico, Memory Matters propone una riflessione sul tema della memoria collettiva, sui processi della sua formazione e sugli immaginari che – a partire da razza, genere, status sociale, rapporto umano/naturale – sono oggetto di contesa e di rinegoziazione.

Ad inaugurare Biennale sarà l’anteprima speciale dello spettacolo “Dante fra le fiamme e le stelle”, che andrà in scena al Teatro Carignano mercoledì 6 ottobre. Lo spettacolo, di e con Matthias Martelli, per la regia di Emiliano Bronzino, è una coproduzione Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus e Teatro Stabile di Torino Teatro Nazionale. La VII edizione di Biennale Democrazia si concluderà con un concerto alle OGR dell’artista maliana Fatoumata Diawara.

Una notte con Biennale Democrazia

Polo del ‘900, Sala ‘900 via del Carmine 14, Torino

Dante, chi era costui?

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani corso Galileo Ferraris 266, Torino

Lectio Magistralis di Alessandro Barbero

Memory matters

Arco monumentale all’Arma di Artiglieria, Parco del Valentino viale Virgilio, Torino

Inaugurazione mostra diffusa con Patrizia Sandretto Re RebaudengoGustavo Zagrebelsky, le curatrici e i curatori, le artiste e gli artisti

Il metodo scientifico: dubitare per comprendere

Teatro Carignano piazza Carignano 6, Torino

Evento in streaming

Elena Cattaneo

Dante fra le fiamme e le stelle

Teatro Carignano piazza Carignano 6, Torino

anteprima in forma di mise en espace
di e con Matthias Martelli
consulenza storico-scientifica di Alessandro Barbero
regia di Emiliano Bronzino
musiche originali di Matteo Castellan
al violoncello Lucia Sacerdoni

Raccontare la crisi climatica: oltre il linguaggio dell’emergenza

Biblioteca civica Italo Calvino lungo Dora Agrigento 94, Torino

Lezione sulla lezione

Teatro Carignano piazza Carignano 6, Torino

Evento in streaming

Gustavo Zagrebelsky

Covid free: la libertà al tempo della pandemia

Polo del ‘900, Sala ‘900 via del Carmine 14, Torino

Evento in streaming

con Gabriele Laffranchi

Diritto alla salute e democrazia della cura

Cavallerizza Reale Aula Magna via Verdi 9, Torino

Genere e potere. A chi appartiene lo spazio pubblico?

OGR Sala Fucine corso Castelfidardo 22, Torino

Evento in streaming

Rachele Borghi
introduce Stefania Doglioli

Tra bio e Dio. Il cibo tra etica e dietetica

Politecnico di Torino Aula Magna corso Duca degli Abruzzi 24, Torino

Evento in streaming

Marino Niola
introduce Debora Fino

Il museo per la città. I diritti e le persone

Mausoleo della Bela Rosin strada Castello di Mirafiori 148/7, Torino

Umano e tecnologico

Teatro Carignano piazza Carignano 6, Torino

Evento in streaming

Maria Chiara Carrozza e Juan Carlos De Martin
coordina Serena Danna

Famiglie monocrome e famiglie arcobaleno

Complesso Aldo Moro Aula Magna via Verdi, Torino