La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo presenta la prima mostra personale in Italia di Daniela Ortiz (Perù, 1985)
In esposizione i lavori più recenti, tra cui dipinti, ricami e installazioni, che usano i temi dell’educazione infantile e la trasmissione di conoscenza come strumenti di resistenza alle forme di colonialismo storico e contemporaneo.

La mostra mette in dialogo una serie di opere d’arte che attraverso diversi linguaggi pedagogici e formati infantili narrano e rivendicano quelle memorie e figure della storia anticoloniale che hanno contrastato la strategia di cancellazione dell’imperialismo.

L’esposizione è parte di Verso, il programma artistico ed educativo sviluppato da Fondazione Sandretto Re Rebaudengo con l’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Piemonte. 

Daniela Ortiz (nata a Cusco nel 1985, vive a Urubamba, Peru) ha esposto in mostre personali presso la Kölnischer Kunstverein (2021); La Virreina. Centre de la Imatge, Barcellona (2019), Las Ataranzas Valencia e Middlesbrough Institute of Modern Art (entrambe 2017), Van Abbemuseum Eindhoven (2016) così come in recenti mostre collettive presso Göteborg Insternational Biennial for Contemporary Art; KADIST Parigi; neue Gesellschaft für bildende Kunst (nGbK) Berlin; Kunsthalle Wien (tutte 2021); Kunstverein Hamburg (2020); Contour Biennale 9 (2019).