#musica #concerti #inaugurazione #circolodellamusica #leeranaldo

Qualche giorno fa vi abbiamo annunciato, con sfarzo e munificenza, la nascita del CIRCOLO DELLA MUSICA (Non sai ancora nulla? Ti sei perso qualcosa? clicca qui) con un’interessante programmazione di concerti nei prossimi mesi.

Lee Ranaldo, frontman dei mitici Sonic Youth, ha aperto le danze e le ha aperte benissimo.

Purtroppo, con Fizz non siamo riusciti a sfruttare la navetta GIACHINO, perché i suoi 27 posti erano già prenotati. Arrivati all’ ex Maison Musique di Rivoli è tutto in regola, grande parcheggio, cancellone liberty e struttura ovale che ci ha guardati negli occhi esordendo con: “Ciao Fizz e Fazz sono una sala da concerti classica, non un basement, non un club underground con le scritte a pennarello nei cessi. Regolatevi”.

 

Superata la struttura, sulla destra, un ristorante sembra molto buono anche da fuori, nel caso voleste cibarvi pre-concerto. Io e Fizz avevamo già mangiato quindi entriamo. Bancone del bar. Birra. Il posto è intimo (250 posti capienza massima) e con il sold out notiamo che circa una quarantina di persone vengono rimbalzate all’entrata. Purtroppo, i posti sono A SEDERE e io e Fizz odiamo le sedie ai concerti, poi Lee Ranaldo, ma ci sta. La maggior parte del pubblico è composta da alternative men sulla cinquantina con capelli bianchi e moschettone per le chiavi che fanno ormai fatica a stare in piedi per via della prostata.

Lo spettacolo inizia con una visual, più precisamente un montato di live dei Sonic Youth, alcune performance dello stesso LEE RANALDO e subito si entra nel mood, molto alternative e noise. Inizia il live con un’improvvisazione alla chitarra elettrica, usando l’archetto del violino per generare tappeti distorti con alle spalle ancora la proiezione del video. Poi a seguire un’intensa carrellata di canzoni con la chitarra acustica. Io e Fizz non ci siamo parlati durante il concerto. Ma abbiamo fatto un video che documenta l’atmosfera.

 

***Curiosità su LEE RANALDO Nel 2003 è stato incluso al 33º posto della lista dei 100 migliori chitarristi secondo Rolling Stone, scelta da David Fricke. Al 34º posto si trova Thurston Moore.

 

Lee Ranaldo è sembrato un mago. Ci ha ipnotizzato con le sue ritmiche, la sua spontanea musicalità e i suoi suoni sporchi ma tremendamente avvolgenti. Tutto con una chitarra acustica e alcuni effetti.

Ottima anche l’acustica della sala e stimolante il momento di Talk una volta finito il concerto, con la possibilità di interagire direttamente con l’artista facendo delle domande, il tutto guidato dal giornalista Maurizio Blatto.

In conclusione, buona l’organizzazione e spettacolo validissimo.

Io e Fizz abbiamo solo una richiesta.

UNA.

VIA LE SEDIE E TUTTI IN PIEDI DALLA PROSSIMA!

 

Ecco i prossimi concerti del Circolo della Musica

I Hate My Village  21 feb, 21:30

Bianco e Stefano Piri Colosimo 1 mar, 21:30

Nada 9 mar, 21:30

Massimo Volume 15 marzo alle 21:30

William Basinski e Ozmotic 19 mar, 21:30

Paolo Benvegnù e Marina Rei 29 marzo alle 21:30

Colin Stetson + Spaccamonti  4 apr, 20:30

Cristiano Godano e Diego De Silva 13 apr, 21:30

Giancane e Zerocalcare 19 apr, 21:30

Diaframma 27 apr, 21:30

 

Fizz & Fazz