La cultura è la peculiarità rappresentativa di ogni civiltà. E quando parliamo di cultura non può che venirci in mente, consciamente o inconsciamente una terra ben precisa: verde di ulivi, ammantata di cipressi, protetta da una coperta intrecciata di fili regolari di vigne: la Toscana. Culla della nostra lingua e della nostra storia. E proprio sui clivi toscani, a pochi chilometri da Firenze, in cima ad una collina si trova una gemma di nome Poggio Casciano. E noi oggi vogliamo accompagnarvi a fare un giro per questo luogo. Partiamo!

La tenuta ha radici millenarie. Il luogo sembra essere stato donato nella sua prima fase di vita ad un centurione romano «Cassius» – da cui deriva l’attuale nome «Casciano» – come omaggio per una campagna bellica riuscita.

I secoli scorrono, crolla la civiltà romana, si supera il medioevo, mentre il terreno passa nelle mani di diverse famiglie, tra cui i Della Robbia. La tenuta vede la nascita di una villa rinascimentale così le cose cambiano: si inizia a parlare di azienda e di utili, il contratto a mezzadria in questo periodo è in voga quasi quanto gli attrezzi per il work out durante la pandemia. Il signore in città, e il fattore in campagna che si cura della gestione dei contadini e del terreno.

Il tempo scorre inesorabile come è sua abitudine fare e nel 1947 con il boom del vino la tenuta diventa una monocoltura. Ruffino aveva dedicato il luogo per ospitare i propri clienti commerciali che arrivavano dagli Stati Uniti e dal Canada. Ma ora arriva la parte che vi farà esultare: dal 2019 la tenuta è aperta e accessibile!

Ebbene sì, inclusivi e non esclusivi! Tutti noi possiamo fruire di questo piccolo paradiso italiano. Le camere a disposizione sono sei, e per soddisfare i vostri gusti trovate l’enoteca e la locanda «Le tre Rane» insieme a tutti i tour testing in cui potrete imparare a conoscere i segreti del vitigno Sangiovese.

E la sera? Semplicissimo: Sotto le Stelle. Letteralmente! Perché è proprio questo il nome degli eventi serali all’aperto che troverete svolti in un incantevole giardino arredato – in stile Mary Poppins secondo i vostri anfitrioni- in stile 8 e 1/2 felliniano secondo il sottoscritto. Ma poco importa lo stigma caratterizzante dato, la certezza è una: ne rimarrete ammaliati.

Se avete una voglia irresistibile, irrefrenabile, incontrastabile di Toscana, avete voglia di Poggio Casciano!

Ruben Ganzitti

Ruben scrive canzoni, articoli, interviste, legge, racconta, appassionato di politica e di dolce vita. Borsalino addicted.