> La collaborazione con Osservatorio Futura – archivio e spazio espositivo fluido: si raccontano così. <

L’idea di Osservatorio Futura è di unire la critica militante alle possibilità offerte dal digitale, in una logica di continua ibridazione e collaborazione. Ci auspichiamo di creare una rete tra i giovani addetti ai lavori e di ritagliarci uno spazio nelle logiche del sistema del contemporaneo.

Abbiamo deciso di condividere con SugoNews la nostra visione e il nostro percorso: Il sistema dell’arte ormai è un’entità mitica (che chiameremo ‘in’): esso ha bisogno perennemente di essere fissato in maniera astratta nella mente (e nella gesta) per essere rispettato supinamente da chiunque voglia provare a inserirsi in questo micro-cosmo. Urge un ripensamento – più che nella struttura – nell’atteggiamento da intraprendere per riuscire lo stesso a svolgere un ruolo che abbia un briciolo di importanza per il mondo artistico, per se stessi e per la comunità.
Si necessita di una spinta per creare altri micro-cosmi paralleli (che chiameremo ‘out’) che non subiscano le ingolfanti leggi e i roboanti rituali – ormai troppo boomer – che definiscono cosa sia accettabile oppure scartabile nel sistema dell’arte in.
Le collaborazioni e il formare rete (non fini a se stessi per il gusto di fare, ma collegati intrinsecamente) risultano fondamentali per il circuito out. Ciò permette di scambiarsi idee propositive e di interagire con altri attori più intraprendenti del circuito in.
In o out non sono tanto da considerarsi poli opposti o antagonisti rissosi che sognano il capovolgimento o il fallimento dell’altro. Noi nell’out desideriamo avere voce e contribuire attivamente nella formazione, sempre più istituzionalizzata, del nostro sistema.
La rete è fondamentale, purché non sia soggetta a troppi compromessi in favore dei ‘vecchi’ sistemi. Quei sistemi che ci hanno spinto a creare qualcosa di diverso non per il gusto della “ribellione generazionale”, ma per pura sopravvivenza.
Ci siamo anche noi!
Francesca Disconzi
(Co-Founder)
Federico Palumbo
(Co-Founder)
Virginia Valle
(Editor)
Matteo Gari
(Editor)
Francesca Vitale
(Editor)
Lidia Flamia
(Editor)